Archivio

Archivio Giugno 2007

Il distacco. Ultimo atto per capire che si è soli.

28 Giugno 2007 12 commenti


Il Distacco da un Amico, da una Madre, da un Padre.
Il Distacco dalla vita che ti diedi, mi staccai da mia madre per questo piansi.
E piansi pure in una smorfia che vagamente somiglia allo spasmo del Dolore nel dare la vita, in quell’attimo di fusione con l’Universo che è l’atto d’Amore. Nello apasmo amoroso mi concessi all’Universo stella, brillante per dar luce all’armonia che lo governa, eppure piansi nel Distacco che seguì.
“Quasi stille che gocciano dall’unico ramo le bocche degli Amanti si staccarono….”

Ma quante volte l’atto d’Amore non è flusso d’armonia con l’Universo?

Piansi nel Distacco da un me stesso riflesso, mentre mi cercavo in fondo agli occhi di un altro Essere.
Piansi in ogni pagina da girare, ogni giorno da ricominciare, nella passione frustrata.
Piansi in quell’ultimo atto che è il congedo di me stessa da me, presagio di un distacco definitivo dal Mondo che mi accolse.

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,

Dalla musica di C’era una volta il West all’inganno dell’Amicizia

27 Giugno 2007 3 commenti


Le musiche da film più belle sono quelle di Ennio Moricone. Mi piacciono tutti i film di Sergio Leone, e gli spaghetti western contraltati da melodie del tipo a solo di voce di soprano che contrasta con la rudezza delle scene di individui, cattivi, sudati e lerci… Ma più di tutti mi piace C’era una volta il West. Mi piace la nostalgia di questo film, non il film d’ambientazione, l’America degli anni ’30 e come il grande S. Leone ce la fa vivere, è l’intimità dei personaggi, la nostalgia del ricordo, la musica anni ’60 che si alterna in questi flash-back anni ’30. Le funerie d’oppio, le ombre cinesi, la musica… Le citazioni dalle Bibbia, perchè i personaggi sono di origine ebrea: del tipo: Se apri quella porta ti trasformerai in una statua di sale, o il Cantico delle Creature recitato in prigione per non perdere il contatto con la realtà… E poi la crudezza dell’inganno dell’amicizia. Vero protagonista di questo film. La forza dei forti dei veri forti contrapposta alla forza dei deboli. E l’unico forte è il tradito, non il traditore.

Categorie:musica Tag: , , , , ,

Caldo afa, ma una bellissima giornata

24 Giugno 2007 4 commenti


E’ stata una bella, bellissima giornata
Il mare, (come ritorna questo tema nel mio blog!) era d’agosto, con le onde come l’olio. Dense.
Si sono allontanate tutte le sensazioni negative conseguenti.
Conseguenti questi anni appena passati. Anche questa è una conquista e una vittoria. Ancora più importante.
Che strano stare a mangiare con mio padre che non conosce niente di me e che ci parla tuttavia per quello che…dobbiamo fare.
Non sempre , non lo ascoltiamo mai, spesso abbiamo litigato, ma è sempre orgoglioso di noi.
Di come i suoi nipoti raggiungono man mano delle tappe importanti.

Ma mi ritorna il mare, il mio stare a parlare con l’acqua, con la luce che acceca, il profumo dellal’abbronzante, in una sensazione di puro, totale abbandono.

Categorie:Senza categoria Tag: , ,

Il tempo per un ruggito

23 Giugno 2007 5 commenti


Mostrare troppa aggressività urta chi hai di fronte.
Viene vissuto male il personaggio da chi lo reperisce. Mostrarsi con cautela dà luogo ad una serie di frantendimenti: uno su tutti: vieni sottovalutato.
L’adulazione è l’arma più potente per dare spazio al proprio spazio. Aprire un breccia nel cuore di una persona è la maniera più becera di comportarsi perchè viene meno una cosa importante: l’onestà mentale.
Ma è l’arma più potente per assicurarsi ascolto e protezione. Bisogna capire anche fino a che punto ci si spinge, e quanto sei pronto ad approfittare di chi hai di fronte.
L’esperienza mi ha portato a recepire sempre chi ho di fronte, ma una cosa è certa: entrare nella vita di una persona adulandola, mostrando la parte debole di sè è quello a cui non si resiste, con relative conseguenze.
Riferimenti: Come Haidi ha sciolto le treccioline o come Dumbo

Categorie:Senza categoria Tag: ,

Come Haidi ha sciolto le treccioline e Dumbo volato

22 Giugno 2007 1 commento

Haidi le ha proprio sciolte. Non è stato difficile, non è stato nemmeno molto prolungato lo stillicidio. E’ stato lungo, aspettare di sentirmi pronta, ho saltato per due giorni il confronto, sottraendomi, poi sono andata semplicemente, perchè avevo preso appuntamento e non potevo venir meno.
Era così difficile? No
LA PAURA DELL’ESITO MI BLOCCAVA, E sicuramente se avessi già saputo che invece, alè, ce l’avevo fatta….
Ma di cosa si parla amici miei?

Di una cosa banale, no. Non è banale cambiare ambiente di lavoro, andare verso un progresso soprattutto intellettuale e di gratificazione per una materia grigia esigente, troppo esegente da accontentarsi di perire, travolta dalla mischia.
Atto di superbia?
Forse, ma anche di sopravvivenza, visto che l’ambiente di lavoro in cui opero mi faceva incenerire o faceva incenerire la fantasia!
Terreno bruciato dai supposti colleghi, superiori, paralleli, e piccoli. Perchè dei piccoli devi capire quanto farebbero per piacere ai capi.
Atto di sopravvivenza, sicuramente. Dunque.
Atto di vigliaccheria, se volessi essere estremamente giudice di me stessa. Tuttavia mi piace anche essere vigliacca a questo punto.
Amo non andare in guerra con chi la vuole vinta a tutti i costi.
La vittoria sarà nelle parole, nei fatti, nella superiorità intellettuale. Nel ci rivedremo a Filippi
Nel: aspetto il tuo cadavere lungo le rive…
Nel tempo che ci darà ragione…
E se di donna in carriera mi sento vestita, in realtà rifiuto anche il solo pensiero d’esserlo perchè è di altro che voglio occuparmi.
Molto filosoficamente.

Le carriere ai miei superiori, collaterali e affini.

EVVIVA, CE L’HO FATTA!!!!

Categorie:Senza categoria Tag: , , , , ,

Il Coraggio e la timidezza. O se di fiori si parlasse non fiorirebbero

20 Giugno 2007 4 commenti


UN giorno come tanti, eppure è un giorno in cui devo forzare sulla mia timidezza, è un pizzico e già mi blocca. Intanto devo andare, dosare diplomazia e grinta, trovare le parole, unirle bene insieme in un misto misurato, meraviglioso, intrigante, affascinante e vincere.
Ho predisposto tutto da tempo, ho lavorato con onestà e dedizione a questo progetto, occorreva dimostrare competenza e l’ho fatto.
Adesso un passo, un ulteriore passo e sono come quella piccola con le treccine avvolte a panierino e i grandi fiocchi, i miei fiocchi …
Sono rose e devono fiorire, in questo caldo di estate implacabile…
Fioriranno

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,

Oggi, un giorno come tanti e il significato di me

9 Giugno 2007 5 commenti

Oggi ho chiamato la mia amica, quella che ha una brutta gatta da pelare in casa: una Figlia, luce dei suoi occhi seriamente ammalata.
La sua serenità è disarmante. Le invidio il coraggio e l’Amore.
Ho passato la notte a lavorare, e poi finito il mio turno a colloquiare con la mia amica che lavorava con me che non riesce ad uscire da una situazione difficile, sta molto male, non possiede gli elementi per prendere in mano la sua vita e…Andare Sono atata con lei fino alle 6 o giù di lì a combattere con la sua mente, con le sue debolezze, con il suo prendersi e prenderci in giro. Come può una persona come lei, così bella , giovane, con la vita e il Mondo tra le mani a non decollare? A non credere minimamente in ciò che pensa e prendersi sul serio. Anch’io vorrei prendermi sul serio e andare. Andare, lasciare le spoglie di questo passato e andare Andare…
Ho dormito in tutto 2 ore, e poi di nuovo a chiacchierare con chi ha un problema con suo Figlio, luce dei suoi occhi e collassarmi fino alle 13.30 scrivendo un documento che potrebbe aiutarla.
Poi gli impegni di famiglia, anche lì ho navigato bene fino alle 19.30
Finalmente sola.
Che pace. Non so se sono collassata, zombi o essere mutante ,ma ci sono, e Amo tutto il Mondo
Aiuto anch’io ho bisogno d’aiuto.
Pensate un poco a me!

Essere del Mondo e della Luce ti penso e navigo leggera in un vapore azzurrino.

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,

Buonanotte a voi buonanotte

1 Giugno 2007 4 commenti


Vorrei salutare tutti quelli che a quest’ora sono già in piedi,per impastare le buone brioshe del mattin, oppure che veglia per farti stare bene, oppure
Vorrei salutare te mio Signore, amico lontano, cuore perduto.
Vorrei salutare chi sta dormendo gli occhi color dell’acqua, lontano da me eppure così vicino, vorrei salutare il suo sogno, ed esserci vestita di rosso con una fascia al collo, i capelli al vento, le perle intorno tra i capelli, allegre risate dietro una cappello estivo di paglia.
Vorrei colare giù da un quadro di Margherite appese sulla parete della sua camera e gocciolare sul suo viso fino a svegliarlo e ridere insieme come mai più faremo, stretti come mai saremo. Un giorno lontano rideremo di noi.

Categorie:Senza categoria Tag:

viaggio di Ulisse intorno alle Eolie

1 Giugno 2007 2 commenti


VIAGGIO DI ULISSE INTORNO ALLE EOLIE

Ha un soffio di menta
da ponente e di salso.
La pomice scalfita
lungo i fianchi delle Eolie
-figlie del Vento-
galleggia nitida
mossa dalle correnti.

Sulle vette delle isole
scorgo le felci,
racchiuse e protette
dalle conche dei crateri.
Sconvolgente esistenza
di questa valle,
instabile sensazione
di terraferma.

Ma il vento riporta
il linguaggio delle coste italiche.
Da meridione scompiglia
i veli alle spose
profumate d?arancio,
mute ancelle
che tessono e disfanno.
Eppure della tua vita
hanno deciso.

Sa di salso
ma sul mare placido,
le onde a medaglie,
squamose scaglie,
iridescente travaglio,
assicurano un ritorno
dal non ritorno

Qui ove tutto ondeggia
in indicibile mistero
Le laviche pietre arroventate
Il muoversi lento,
monotono
dell?acqua che lambisce le rive.

Adesso ondeggia
placido
su una felce protesa
sul limitare di un
dirupo.
Mentre il sole indora
la polvere che lievita

Categorie:Senza categoria Tag: , , , ,